C’era una volta…

La passione per il mondo orientale dove Bellezza e Cura della Persona sono strettamente legate alla conoscenza della Natura, ci ha portato a scoprire un impensabile patrimonio di sapere: conoscenze antiche sulle proprietà e i benefici delle piante, rituali di bellezza tramandati di madre in figlia e ancora vivi presso popolazioni lontane.

Grazie all’esperienza di un laboratorio innovativo e specializzato nella cosmesi biologica, ogni scoperta è studiata e avvalorata e dalla moderna dermocosmesi che controlla sicurezza e funzionalità dei prodotti.

All’avanguardia nella ricerca e nello sviluppo di una cosmesi naturale e biologica, abbiamo creato una linea completa di trattamenti per il viso e per il corpo di altissima qualità.

Naturalità, riscoperta delle tradizioni e ricerca della qualità e della sostenibilità sono i valori che si riflettono in tutte le nostre scelte: l’utilizzo di materie prime provenienti da agricoltura biologica certificata, il sostegno a progetti dell’economia solidale, la ricerca di un packaging funzionale ed ecocompatibile.

Questa è la storia con cui nasce ognuno dei nostri prodotti, pensati per il benessere della persona in armonia con sé stessa e con la natura.

Esprit Equo è un marchio di DOUNIA srl un’impresa italiana, nata nel 2005 per realizzare prodotti attenti alla sostenibilità sociale e ambientale.

Profumo di solidarietà

Abbiamo scelto di sviluppare le nostre formulazioni privilegiando materie prime prodotte nel rispetto della sostenibilità ambientale e della dignità di chi le produce.

Il prezzo delle materie prime è stabilito dai produttori in base al costo reale di produzione delle materie prime e del lavoro impiegato.
Spesso questo prezzo include una piccola percentuale, un premio, impiegato in progetti di sviluppo per la comunità locale, secondo i principi del Fair Trade.

Scegliere questi prodotti significa per noi valorizzare e preservare un patrimonio ambientale e culturale che rischierebbe di andare perduto, significa offrire opportunità di lavoro in zone difficili e permettere un accesso al mercato anche ai piccoli produttori.